Designabile: un concorso per un design inclusivo

Si avvia alla conclusione in questi giorni, in occasione del Salone del Mobile a Milano, il concorso Designabile dedicato alle problematiche di Design for All.La prima fase ha visto protagonisti designer sotto i 32 anni invitati a inviare materiale che rappresenti le loro opinioni sulla disabilità, sul superare le barriere, anche mentali, verso l’inclusione.

Il materiale raccolto costituisce ora, durante il Salone del Mobile, una allestimento presso l’archivio Giovanni Sacchi.

Ma un concorso deve anche avere dei vincitori: una selezione di designer particolarmente brillanti sono infatti stati selezionati per partecipare alla seconda fase del progetto per presentare un concept per un oggetto o spazio pensato nell’ottica del Design For All, proposte che verranno poi valutate da una giuria e selezionate per la terza fase.

È proprio qui che ci troviamo ora: dopo la seconda fase sono stati selezionati i progetti di Sandra Faggiano, Alessandro Giacomelli e Marco Redaelli, Luca Salamone e Giorgia Albanese. Menzioni speciali per Chiara Longo e Aliki Zachariadi, tutti brillanti giovani designer.

Saranno i vincitori del concorso a partecipare in questi giorni come ospiti presso l’officina dell’Archivio Giovanni Sacchi dove potranno realizzare un modello del proprio progetto con l’aiuto di un designer professionista e di un modellista.

I modelli realizzati verranno poi proposti ad alcune aziende del settore, per realizzare un prototipo e verificare l’opportunità di mettere in vendita l’oggetto.

Per tutte le info sull’iniziativa: www.designabile.org

Advertisements