Milano Centro: la prima guida accessibile di Bircle!

Presentiamo oggi ufficialmente la prima guida accessibile di Bircle: Milano Centro, un percorso che attraversa i luoghi più famosi di Milano, interamente pedonale, per una giornata alla scoperta della città.

Schermata 2014-03-25 alle 11.55.49

La guida è divisa in tre parti: i Luoghi, l’Accessibilità e gli Extra, per una gustosa pausa durante il percorso. Ogni luogo ha infatti sia una descrizione di carattere artistico-culturale che una descrizione del suo livello di accessibilità, con parametri specifici per le diverse tipologie di luogo, una mappa del percorso migliore per raggiungerlo e l’indicazione di tutti i mezzi che si possono prendere per arrivarvi.

Schermata 2014-03-25 alle 12.23.26

Milano Centro è solo il primo degli itinerari di Bircle: presto ne arriveranno infatti altri, tutti all’interno del nuovo sito: venite a trovarci e a scoprire la Milano Accessibile!

VISITA IL SITO DI BIRCLE 

e

SCOPRI MILANO CENTRO 

Advertisements

Bircle in progress: rassegna stampa!

Bircle è un progetto su cui stiamo lavorando da tempo.

In occasione della fine dell’anno, abbiamo ripercorso la storia di Bircle tra gli articoli che hanno parlato di noi.

Un grosso grazie a tutti quelli che credono nel nostro progetto!

 

Bircle su WE4ITALY: storie di imprese italiane

Bircle è presente su WE4ITALY, la una piattaforma collaborativa pensata per progettare con i giovani imprenditori il futuro di imprese, territori e sistema camerale.

Qui il testo dell’articolo, che trovate su http://www.we4italy.it/2013/10/30/bircle-guide-turistiche-accessibili-mobile/

Bircle: l’app con le guide turistiche per disabili motori

Scritto da: Daniela Runchi

Tag: 

Abbiamo incontrato Daniela durante Il Salone della CSR e dell’Innovazione sociale di Milano ad inizio ottobre. Eravamo nello spazio curato da Avanzi Make a Cube dove giovani innovatori d’impresa, spinoff e startup hanno raccontato la loro esperienza e presentato i loro progetti.Da questa scintilla, nasce il racconto di Daniela su Bircle, la startup di cui è co-founder, attraverso il format “Racconta la tua impresa”.

Bircle è una start up di innovazione sociale che si pone l’obiettivo di rendere il viaggio un’esperienza serena per tutti i disabili motori
Si tratta di un’applicazione mobile e web attraverso la quale il disabile motorio, accompagnato e non, avrà a disposizione guide turistiche tematiche o legate a specifiche aree geografiche, dove ogni aspetto dell’accessibilità è declinato con elevato livello di qualità e dettaglio. La redazione delle guide è affidata sia ad esperti (disability manager, associazioni), sia ai singoli utenti, che potranno accreditarsi per creare, condividere e vendere i propri itinerari all’interno di Bircle. Bircle sottoporrà poi ciascuna guida ad un controllo qualitativo, affinché venga garantita l’accuratezza dell’informazione e la qualità dell’esperienza utente.

Bircle è stato scelto, tra gli altri, per Changemakers for Expo 2015 di Expo, Telecom ed Avanzi, K-Idea Giovane di Kilometrorosso, Touriscamp 2013 e Off-Officine Formative di Intesa SanPaolo.

bircle2Quale difficoltà hai affrontato e risolto per fare la tua impresa o farla crescere?

Bircle è un start up di innovazione sociale che offre alle persone con disabilità motoria e ai loro accompagnatori la possibilità di acquistare, vendere, creare e condividere guide turistiche accessibili.
Come tutte le imprese che stanno nascendo, Bircle necessita della spinta e della forza delle persone che credono nel progetto: il team è stato quindi un punto di forza di Bircle, che lo sta aiutando a crescere.
Uno dei primi problemi da affrontare è stata una definizione chiara e molto precisa del business model: la partecipazione a programmi di incubazione e accelerazione come Off di Intesa SanPaolo e Changemakers for Expo 2015 ci ha aiutato molto, e ci ha permesso di incontrare persone che come noi credono in Bircle e nelle sue potenzialità.
In questo contesto, anche il confronto con altre imprese nascenti e start up è stato utile e ha portato a trovare soluzioni comuni a problemi condivisi.

Quali sono le motivazioni alla base del successo?

I driver del successo di Bircle sono 4:
Contenuto sociale: Bircle vuole permettere a tutti di viaggiare serenamente.
Abbattimento delle barriere architettoniche: Bircle promuove il turismo accessibile, e quindi l’abbattimento delle barriere architettoniche.
Ricadute economiche: Bircle permette la conoscenza di località meno conosciute; inoltre, un incremento dei viaggiatori genera benefici per l’intero settore turistico.
Innovatività: Bircle genera e diffonde contenuti in modo unico e innovativo.

Bircle premiato al TTG Next

Si è svolta il 17 ottobre, presso il TTG Next a Rimini, la premiazione delle tre idee vincitrici dell’edizione 2013 del Touriscamp: tra questi, Bircle, rappresentato dalla Project Manager Daniela Runchi, premiato dalla presidentessa di Ethics for Tourism Caterina Cittadino.

Qui una gallery dell’evento:

chiusura Touriscamp

Caterina Cittadino_T8O3749

Bircle vince Touriscamp

 

Bircle vince K-idea Giovane del Kilometrorosso

Bircle è stato premiato ieri al Kilometrososso, parco scientifico-tecnologico alle porte di Bergamo, come una delle tre idee vincitrici del concorso K-idea Giovane, promosso da Kilometrorosso, Comune di Bergamo (presente Danilo Minuti, Assessore all’Istruzione, Politiche giovani, Sport e Tempo Libero del Comune) e Umanìa.

K-Idea Giovane

 

Il concorso, alla sua prima edizione, prende le mosse da K-idea, progetto lanciato da Kilometrorosso nel 2008 per condividere idee ed invenzioni, ma si rivolge ad un pubblico di innovatori under 30. In palio, tre borse di studio per i tre progetti, oltre alla possibilità di presentare la propria idea tanto al pubblico quanto ad una platea di esperti e di potenziali investitori.

Il premio darà a Bircle la possibilità di iniziare a lavorare sul territorio di Bergamo per pensare a dei percorsi accessibili nella città per renderla più fruibile a tutti coloro che hanno problemi di mobilità.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Insieme a Bircle, premiati altri due progetti volti alla valorizzazione del territorio: “Trippete”, un portale on line per scoprire il territorio attraverso esperienze originali, nato da un’idea di Filippo Mazzetto e Giulio Longoni, e “Un’ora al giorno” di Irene Cocchio, che propone uno scambio tra l’amministrazione, che offre ai giovani alloggi a prezzi popolari per costruirsi una vita autonoma, e i giovani stessi che erogano un’ora al giorno di servizi utili per la società.

Tre gli orizzonti: quello di Expo 2015, per cui Bergamo, grazie al vicino aeroporto di Orio al Serio, sarà porta di accesso privilegiata, ma anche il 2019, anno per il quale Bergamo si è candidata come Capitale Europea della Cultura. A questi si aggiunge poi l’appuntamento con Bergamo Scienza, festival che riunisce esponenti di spicco del mondo scientifico a livello europeo e che si terrà a Bergamo ad ottobre: le idee, nel contesto di K-Idea all’interno dell’evento, avranno la possibilità di presentarsi di fronte ad un pubblico più ampio e variegato.

 

 

Girasolidarietà 2013: inaugurata la prima Area Ludica Accessibile a Milano

25 maggio – Milano Sabato 25 maggio è stata inaugurata a Milano, presso la cascina dell’Atlha Onlus (via Cascina Bellaria 90 – zona parco del Trenno, http://www.atlhaonlus.eu), la prima Area Ludica Accessibile: un’area fornita di tavoli attrezzati con giochi creativi, uno scivolo accessibile, e, soprattutto, della prima altalena in Italia per le carrozzine. L’idea, nata da un viaggio dell’Atlha in Australia tre anni fa, ha finalmente trovato uno spazio nel giardino della Cascina, grazie allo sforzo di Fabiola Beretta, presidente di Atlha, di tutti i collaboratori e i volontari dell’associazione, e di tutti quelli che hanno creduto nel progetto (primi tra tutti gli sponsor). Presenti al taglio del nastro anche l’assessore Majorino e il Gabibbo, per il divertimento dei più piccoli. L’area ludica è una rivoluzione per tutti i bambini, che possono così giocare, divertirsi e crescere insieme; il gioco è stato infatti il tema centrale della giornata: “Tutti i bambini hanno diritto di giocare, tutti i bambini hanno bisogno di giocare”, per celebrare il diritto al gioco di tutti i bambini. Il Girasolidarietà è un evento organizzato dall’Atlha – associazione che si occupa di tempo libero per persone disabili – ormai da più di 5 anni, dall’inaugurazione della nuova sede presso la Cascina Bellaria: dopo l’evento dell’anno scorso sul tema della Moda Inclusiva, quest’anno ci si è dedicati ai bambini e al gioco. Alla tavola rotonda che si è tenuta in mattinata sono intervenuti tra gli altri lo spicoterapeuta Fulvio Scaparro, i bambini della scuola elementare Viscontini e Valerio Conte (CREA) che hanno collaborato con Atlha nello sviluppo del progetto dell’area ludica ideando i giochi e gli elementi in un ciclo di incontri a scuola e presso la cascina, Daniela Bertozzi (Pedagogista di Atlha),  l’architetto Stefano Casciani, Elena Muserra, presidentessa di SMArathon Onlus e Alberto Lodi, genitore. E poi, Bircle, Tooteko e Fifth Element (tutti e tre partecipanti di Changemakers for Expo 2015) per discutere di come le nuove imprese guardino ai temi del sociale. I prossimi passi? L’integrazione dell’area ludica con il parco del Trenno, per ampliarla e renderla fruibile da tutti. Proprio per questo l’Atlha ha promosso una raccolta fondi (http://www.retedeldono.it/progetti/atlha-onlus/corri-per-divertirti-se-corri-per-atlha-ti-diverti-di-più) e ha chiesto l’appoggio di tutti i collaboratori, ma soprattutto delle istituzioni. Foto: Studio Kuamini: http://www.studiokuamini.com

Bircle al Touriscamp 2013

17 maggio Parco Vega di Marghera- Bircle partecipa al Touriscamp 2013, una “non-conferenza collaborativa” sui temi del turismo etico, green, responsabile, accessibile organizzata dal CISET dell’università Ca’ Foscari di Venezia.

Un’occasione per presentare progetti e idee imprenditoriali a diversi stadi, di fronte ad un pubblico istituzionale e ai media, e confrontarsi su nuove proposte per il turismo.

Ottimo il riscontro per Bircle, che ha ottenuto riconoscimenti.

A presentare, Daniela Runchi, COO della Start Up: “è stata una bellissima opportunità per conoscere altre idee e altri progetti e per poter presentare Bircle ad un pubblico nuovo”, racconta.

Sarà ora possibile presentare le idee sul portale di Ethics for Tourism, per avere accesso ad un pool  di investitori e finanziatori.

L’avventura continua!

 

Bircle: il nuovo video!

Ecco a voi il nuovo video di Bircle, realizzato a Changemakers for Expo 2015 e pubblicato su Expo Milano 2015 (http://www.youtube.com/user/expomilanotv), il canale youtube dedicato all’esposizione universale di Milano.

Nel video Andrea Landini, CEO dei Bircle, racconta il progetto in un primo video pitch.

A breve avremo anche quello ufficiale!

Changemakers for Expo 2015: final event

Finisce oggi Changemakers for Expo 2015, il programma di incubazione promosso da Avanzi e Make a Cube a cui Bircle ha partecipato nelle ultime 8 settimane.

E finisce con le le presentazioni dei 10 progetti che hanno vissuto, lavorato e condiviso insieme questa magnifica esperienza: una mattinata all’insegna dei progressi fatti e dei prossimi passi, di quello che abbiamo imparato e di quello che ci attende.

A presentare Bircle, Andrea Landini, il nostro CEO, che racconta il primo itinerario che abbiamo realizzato e descrive come sarà l’applicazione, dalla user experience al design.

Cosa ci ha lasciato Changemakers? 

“In queste otto settimane ci siamo davvero aiutati tra team diversi e questo non è un gioco a somma zero, abbiamo offerto quello che sapevamo in cambio di altre competenze che ci sono state offerte. Abbiamo conosciuto moltissime persone  che si stanno mettendo in gioco per cambiare le cose e non parlo solo degli altri startupper che sono qui dentro. Il fatto che alla call for ideas di Changemakers abbiano risposto quasi 600 team, significa che là fuori ci sono moltissime persone disposte ad attivarsi e a rischiare in prima persona per migliorare le cose. Questo ti fa pensare che cambiare è possibile, si può fare, e questo mi ha davvero dato tanta fiducia per il futuro”

Così per Daniela, COO di Bircle che ha preso parte al programma con la Content manager Giuditta.

Ma non solo. 10 progetti per 10 lasciti di Changemakers, dall’importanza “dei numeri” alle nuove prospettive. Li trovate qui: http://changemakers.expo2015.org/10-cose-che-abbiamo-capito-nel-laboratorio-di-changemakers/.

Ed ora, si continua per “Cambiare la vita a 10 milioni di persone“.

Andrea CM